martedì 7 novembre 2017

Il mio Verso

IL Mio verso .

L'ho rubato alla vita il mio verso
in esso nasci tu anima persa ...
riassaporo la fragranza prigioniera e ne sento il tuo odore
ardo i miei colori e annaffio la tua rosa .
Roride sono le tue labbra
come fragola s'arrossano nei cespugli della voglia ,
tu , la mai sazia, mordi me la mia carne
mordi i parassiti che ti han delusa ,ti han resa infelice .
Il mio verso lo corteggio gli do ruggito
egli è portentoso,esplicito ….
non ha pazienza e vuole la tua anima ,
s'ispira al desiderio ,in me ancora danza .
Il mio verso è carezzevole ,è pietoso fatto di passione :
di amore e gioia ,di speranza e vita …
di te lettore che sai ascoltare la mia musica
leggermi nel silenzio tra le righe dell'amore .
Il mio verso ha le piume di farfalla
vola libero su fiori e spande il tuo polline ,
fonde l'aria nei concerti ove s'apre il ritmo
tra le maglie del cuore fa grande il tuo ,mio tempo .

Poetanarratore .

sabato 28 ottobre 2017

IO Sono Caino

Io sono Caino .

Fa paura questo nome!
Eppure è comune , è diffuso tra i somari ...
in tutti si rappresenta come se fosse tutto naturale,
come se tutti possono tradire la ragione dei peccati.
Io sono Caino statemi lontano ...
sono iena e conosco il male:
dall’inferno voglio fuggire
ritrovarmi su una spiaggia rosa nel senso morbidoso.
Vorrei la candida pelle averti accanto con l’anima pulita
un camice bianco un letto con le piume
che l’indifferenza non ce ne fosse alcuna,
e che la puzza sotto il naso fosse un buon profumo.
Si , io sono Caino ! Stemmi lontano
sono uno come voi ,sorrido a volti sconosciuti
del male l'altrui vivo ...
del bene do amore a cuori solitari .

IO SONO CAINO !

Poetanarratore .

L'INDIFFERENZA POETICA.

L'INDIFFERENZA POETICA NASCE DA UNA RIFLESSIONE ,NEL LEGGERE STORPIATURE E SFACELI DI VERSI SCRITTA IN QUALCHE MODO DA GENTE INCOMPETENTE ,FATENE TESORO E A CHI VUOLE SCRIVERE LA VERA POESIA .

PER ASCOLTARMI CHIUDETE L'AUDIO DELLA MUSICA DI SOTTOFONDO .

venerdì 27 ottobre 2017

Lasciami Sognare.

Lasciami sognare .

Ho aperto l’uscio del pensiero
per avere te sogno d'avventura,
la ricerca vana di propositi sinceri.
Lasciami sognare belva dai aguzzi denti
scalfire non mi potrai l’eloquenza delle mie parole.
Sarà il tempo a esordire a lasciami un rilievo limpido
a darmi un segnale :
la visione che strozza ogni bugia.
L’indifferenza vorrà a reprimermi
e ci saranno i giorni del pianto...
Sulle tue orme i miei passi stanchi
volgeranno all’incompiuto sogno .
Lasciami andare , lasciami sognare
io, non mi lavo nel torbido fango …
nell’asfissiante olezzo di una apparenza illogica.
Lasciami viaggiare con la mente tra le nuvole
a soddisfare le erotiche fantasie
ad esplorare la femmina del mio cuore.
È innocuo il mio vagheggio il mio desiderio!
Basterà un tuo sguardo e capirò chi sei.
Poetanarratore .

giovedì 19 ottobre 2017

IL Desiderio Proibito

Il desiderio proibito

Null’altro voglio da te che un sol sorriso
mi basta saperti felice ,luce e livido di prato
che ogni tanto t’affacci al mio cuore ;
al mio sentire , per te, ch’è nell’anima s’imprime .
Null’altro voglio o mi aspetto
da un amore proibito come il tuo ,
è legato a catene di principi obliosi
di concetti che vanno oltre gli abusi.
Sono prigioni nel cuore le nostre !
Si legano a tormenti , a pali sospesi …
frivole di parole scuciono ricami
decliviano e fluiscono nelle sanguigne vene .
L’impossibile è possibile
per noi è carne da macello …
è brivido violento ,è ansia ,è mestizia che traspare
è il fuoco che s’accende e muore dentro l'estraneo fato .
Non conosco i giochi del tuo cuore
essi sono effimeri ,aria sazia …
non conosco le frasi fatte , in esse c’è bugia ,
non è cosa mia violare il tuo amore .
Ho un’anima come un nocciolo di noce
ho te che nel tuo involucro taci le ingiurie …
copioso è il tormento , il castigo ;
bramo il tuo amore e esorto il proibito .

Poetanarratore .